venezia holocaust #2

non cagate il cazzo, non c’avevo internet

Gravity

Insomma ci sta george clooney che fa se stesso ma in più galleggia nello spazio quindi sai che merda di schifo, però poi esplode un po’ tutto, sandra bullock fa la rincoglionita che pure se è fisica spaziale non sa neanche accendere il dolce forno e arriva george a salvarla da ogni male pure dopo che è morto, quindi insomma la morale è sempre quella fai merenda con girella e le femmine devono stare in cucina, dice cuaron.

L’arte della felicità

A napoli c’è la monnezza, i tassinari con le crisi e la filosofia orientale spicciola che manco tua sorella fissata col dalai lama apprezzerebbe.

Why don’t you play in hell?

Avevo un tizio dietro che ha affermato quanto segue “eh, si può dire che è un film molto violento, splatter, di sicuro una presa in giro a tarantino”. Cioè, capito bambini? Tarantino ha inventato il sangue, prima la gente era piena di segatura dentro. Tarantino ha inventato pure i giapponesi poi.

Die frau der polizisten

Durante questo belliffimo film di tre ore lento come tu nonna senza le rote laggente si alzava e se ne andava che era un piacere, mentre io urlavo A DEBBOLI e loro sbattevano fortissimo i piedi mentre scendevano gli scalini per mostrare il loro astio. Comunque quelli migliori sono quelli che se ne sono andati a cinque minuti dalla fine, bella per loro.

Via Castellana Bandiera

Sarà possibile fare un film italiano senza soggetti in canottiera che urlano? Emma dante dice no, e noi diciamo MA MORI. I più furbacchioni colgono la sottile metafora dello stallo fra le due maghine come metaforona del cinema italiano tutto, alché tu pensi ah ochei arriva emma dante a risolvere tutto? No col cazzo, affossa ancora di più la situazione, non sa manco dove mettere la camera. Cioè, finisce con un piano sequenza statico perché gliel’avranno suggerito gli amici suoi fuori corso del dams che fa figo o boh. comunque giustamente le lesbiche devono averci almeno un dread di lunghezza variabile e qualche tatuaggetto altrimenti non sono arruse davvero.

Wolfskinder

In pratica sti bimbi sono gli unici sfighé che incontrano solo altri bambini sfighé in lituania durante la seconda Guerra mondiale, cioè, what are the odds proprio, inoltre spiegami tu che voglia c’avranno i soldati di inseguire e ammazzare tutti sti bambini del cazzo che però in effetti man mano che scrivo mi sale l’odio quindi sì daje se lo meritano.

We are the best!

Moodysson hai rotto il cazzo con le storie delle regazzine svedesi che non vogliono sta in svedesia e fanno le robe e le prime veste i primi baci i primi vomiti oh cioè no. La cosa più greve è che una delle tredicenni protagoniste era la cosa più carina del mondo e mi sono sentito molto podofilo zozzone depravato, però non è colpa mia.

Night Moves

Io a Kelly voglio bene, però quella faccia di cazzo di jesse eisenberg no te prego.

Joe

Nicolas cage che fa Nicolas cage che recita in maniera quasi pacata salvo poi fare il solito nicolas cage stempiatura compresa. Un sacco di gente che se mena, fanno i villici, sputeno, poi si corcano tantissimo e dopo ridono tutti insomma una caciara che non ti dico e tutti si divertono tranne io.

The Canyons

Io un po’ mi vergogno perché ho riconosciuto addirittura una comparsa che appare per manco due minuti ma l’avevo visto su yourporn. Comunque un cast di cani che recitano battute da cani su cose da cani e situazioni da cani e james deen è una faccia di cazzo e neanche mostra abbastanza il pene, ma poi chi ti fa i capelli cioè dai no, inutile che fai il gigione, finirai anche tu intervistato da dipré. Lindsay lohan io non so chi sia ma ha una faccia fatta quasi solo di botulino e la voce di tom waits e qual è il suo senso sulla terra non lo so e manco lei.

The wind rises

Miyazaki demmerda, ho tipo dormito a intervalli regolari e ogni volta a malincuore mi svegliavo e il film ancora non era finito e c’era sempre sto faccia di cazzo dietro agli aeroplanini e dicevo DIOCRISTO BASTA però non abbastava. Poi alla fine sì.

Annunci

1 Commento

Archiviato in le cose brutte di una volta, ma anche no, opinioni non retribuite, supposte

Una risposta a “venezia holocaust #2

  1. ‘Sarà possibile fare un film italiano senza soggetti in canottiera che urlano? Emma dante dice no, e noi diciamo MA MORI’.
    SI’! MA MORI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...