The Dark Knight Rises, ovvero Guarda mamma, senza Batman!

ATTENZIONE: questa recensione rende meglio se letta ad alta voce da Santamaria, quindi se non vi piace è perché non ne potete godere con i dovuti mezzi.

A me dei supereroi non è mai fregato un cazzo, fin da piccolo non prendevo seriamente il fatto di dover indossare una calzamaglia attillata, quindi sono estraneo a tutta la fuffa da ciccionerd su fedeltà al testo, reinterpretazioni e cazzi in salamoia. Però Dark Knight Rises sono andato a vederlo lo stesso, perché io sto sempre al di fuori di quello che succede nella vita di voi altri villici e sto bene così ma a sto giro TUTTI ne parlavano TROPPO e insomma a me piace rompere i coglioni e quindi bon. Ho avuto almeno l’accortezza di vederlo in lingua originale anche se visti i pipponi multipli un po’ rimpiango Bruce Wayne doppiato in romanaccio. Il fatto è che qualche burlone ha dato dell’intelligente a Nolan per ischerzo e lui s’è gasato e oltre a sollevare il sopracciglio in tutte le foto perché così fa più genio ribbelle ora se ne esce con sto pastone che manco i maiali si mangerebbero. O almeno maiali con un po’ di gusto.

“sono intelligente, a tre anni leggevo Topolino.”

Innanzitutto vabbe’ c’è sta cosa che oh facciamo i film di supereroi con le esplosioni PERÒ buttiamoci in caciara anche politica e sociologia spicciola così laggente ne parla come un film d’AUTORE. In primis mortacci tua, più esplosioni e meno cazzate Nolan, ma vaffanculo. Quindi in ordine: c’è Bane che non si capisce chi cazzo sia come perché, che fa robe a caso non si sa come cosa perché, laggente lo segue non si capisce come cosa perché, Batman è da 8 anni che cerca di leccarsi il gomito invano, c’è la Gattadonna che fa il quintuplo gioco e non si capisce come cosa perché vada avant e indrera ogni minuto, c’è la Cotillard che chi cazzo sei ah ochei ciao ci rivediamo alla fine per il PLOTTWIST, il negro che fa il negro saccente, Michael Caine che interpreta L’ACCENTO INGLESE e poi piange, e soprattutto quella faccetta di cazzo di Gordon-Levitt che fa il ROBIN IN INCOGNITO. Io ora cioè, ammiro tantissimo lo sforzo che ha fatto Nolan per evitare ogni sottotesto omosessuale fra Batma e Robi, che poi in realtà è l’unico motivo per cui Batman è bello cioè. Ma insomma, il fatto è che Christian Bale aveva esplicitamente accettato di prender parte ai film SOLO SE Robin non fosse comparso giammai. La cosa bella infatti è che al momento Bale ancora non sa come finisca il film, a ogni proiezione arriva qualcuno verso la fine che lo tira via per la manica inventandosi scuse assurde tipo che gli è morta la nonna e lui ancora IGNORA poverino.

NO HOMO

Poi vabbe’, c’è Bane che poteva essere ma insomma gli fanno fa sto damerino inglese con la vocetta quando poi io ricordo ancora quanto era loquace qui cioè ma anche meglio oh. Insomma sto qua che caciaroneggia e mette su nel giro di due minuti un movimento proletario ovviamente composto da avanzi di galera e mariuoli che subito assalgono L’UNOPECCENTO perché Nolan sta attento alle cose nuove ovvio, e insomma ci sta il facchino davanti all’albergo che assale una impellicciata e secondo me quella è l’unica scena bella del film. Ah, poi non esistono negri a Gotham apparte il negro che dicevo prima, sono tutti in galera. No che poi ecco rifletteteci un attimo, il negro si chiama LUCIUS FOX, che insomma vuol dire LUCIO VOLPE, e se tanto mi dà tanto sto qua sarà parente di Lupo Lucio, quello della Melevisione, cioè ecco ora qua vorrei lanciare un appello: PIÙ SPAZIO PER LUCIO VOLPE ALLA MELEVISIONE grazie. Poi sempre in tema di minoranze etniche da svilire un po’ in periferia ci sta UN BUCO che in realtà è una prigione TERRIBILE dove dentro sono giustamente tutti arabi e teste d’asciugamano, però capito tipo a cinque o sei minuti a passo svelto dalla città ché Batman una volta scappato dal terribile buco zoppetto dopo mesi di prigionia e ossa rotte si reca a Gotham al trotto in poco tempo. Insomma tutto bellissimo capito. Ma poi oh ma manco le scene d’azione son girate bene ma mannaggia cristo almeno quelle me le sai fare Nolan ecche è. La sceneggiatura ha più buchi di una puttana desiderosa di sbaragliare la concorrenza, però credono di scamparsela facendo fare BUM ogni due minuti per ridestare l’attenzione e farti pensare DAI che ora arriva il bello e invece non arriva mai perché manco l’hanno avvisato che doveva venire. In realtà le poche scene decenti se le sono vergognosamente bruciate nel trailer, pensa te che tonti. Te pensi oh, se fanno vedere questo in un minuto, figurati in TRE ORE. E invece no, solo gente che parla parla parla e non dice un cazzo. SOPRATTUTTO io nel 2012 non volevo avere ancora un film con Catwoman dove si dicono frasi CON DENTRO I GATTI. Cioè ma scherziamo ma manco nelle barzellette del Cucciolone, ma cristo, ma si può, avete rotto il cazzo co sto gatto che ha mangiato la lingua, la prossima volta usate che ne so, PENGUINWOMAN, voglio vedere che frasette argute vi inventate pezzenti. Vabbe’ le musiche le lascio perdere perché pure il coreografo ufficiale del terzo reich le considererebbe eccessive, e poi non ho voglia di ripassare, bon.

QUINDI il film insegna che protestare contro il governo non vabbene cheppoi siete tutti pezzenti scampaforca sassaiuoli e la polizia fa bene a menarvi, vivere nelle fogne è fighissimo e che il prossimo cattivone sarà Lupo Lucio, quindi iniziate a stringere le chiappe.

THE NEXT VILLAIN

Annunci

4 commenti

Archiviato in le cose brutte di una volta, ma anche no

4 risposte a “The Dark Knight Rises, ovvero Guarda mamma, senza Batman!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...